Copertina Articolo Manutenzione Piani in Laminam

Manutenzione, uso e pulizia piani Laminam.

Il segreto per far sì che il vostro piano di lavoro (cucina o bagno che sia) mantenga a lungo il suo aspetto originario, è saperlo pulire nella maniera corretta.
In questo articolo troverete informazioni, consigli ed avvertenze per conservare per lungo tempo l’aspetto e la funzionalità del vostro top.
Oggi parleremo dei piani realizzati in LAMINAM®.

Nota: la pubblicazione di questo e degli articoli a venire segue esclusivamente l’ordine alfabetico dei materiali oggetto di trattazione.

I PIANI IN LAMINAM®

LAMINAM® è la lastra in gres porcellanato prodotta tramite macinazione ad umido di materie prime naturali argillose, rocce granitiche e metamorfiche, compattata da speciale formatura in compatter e sinterizzazione a 1200°C, con cottura ibrida.
Grazie al processo produttivo impiegato, alle materie prime di elevata qualità ed alle temperature di cottura, la superficie di LAMINAM® risulta avere caratteristiche eccezionali di resistenza al calore, igienicità, resistenza agli agenti atmosferici, alle macchie, ai graffi (*) e con porosità superficiale assente.

Il materiale ceramico non contiene materie organiche, pertanto, resiste al fuoco e alle alte temperature in uso domestico. La resistenza al calore superficiale permette di appoggiare pentole o stoviglie calde direttamente sul piano.
È possibile lasciare gli alimenti a diretto contatto sul piano in LAMINAM®: la superficie è igienica, resistente a funghi e muffe. La manutenzione e la pulizia delle superfici risultano facili e veloci, in quanto LAMINAM® è resistente alle macchie (*) e a prodotti di pulizia e detergenti (*).

(*) Caratteristiche non garantite per LAMINAM® LUCIDATO che presenta maggiore sensibilità rispetto alle altre superfici LAMINAM®, in quanto tale finitura viene ottenuta tramite un attento processo di lavorazione meccanica post-cottura.

COSA ROVINA LE SUPERFICI LAMINAM® E COSA SI PUO’ UTILIZZARE PER LA PULIZIA

Il taglio degli alimenti direttamente sul piano non è consigliato in quanto il coltello nel tempo perderà l’affilatura. Eventuali segni sono dovuti al metallo del coltello, eliminabili tramite acidi (es. anticalcare o acido muriatico commerciale) lasciati agire per una decina di minuti. Se necessario, agite con una spugna leggermente abrasiva, verificando prima su una piccola porzione del materiale.
Evitate l’utilizzo di coltelli in ceramica direttamente sul piano, in quanto possono intaccarne la finitura.
Evitate il contatto con adesivi e siliconi, in quanto una volta induriti la rimozione dei residui non è sempre possibile.

Inoltre, per LAMINAM® LUCIDATO,  evitate il trascinamento di oggetti quali stoviglie, pentole, coltelli ed in generale oggetti duri direttamente sul piano. Servitevi di tagliere durante le operazioni di taglio dei cibi e di sottopentola, tovagliette, ecc. per evitare lo strofinamento sul piano di lavoro. Non utilizzate in nessun caso spugne e detergenti abrasivi.
Per tutte le operazioni di pulizia, si consiglia di eseguire un test preventivo su una piccola porzione di materiale con il prodotto che si intende utilizzare. Si ricorda che, in generale, la rimozione di una macchia è tanto più agevole quanto più si interviene rapidamente. Aloni o macchie riscontrate sulle superfici solitamente sono il risultato di una non corretta ed approfondita pulizia.
Per la pulizia quotidiana delle lastre LAMINAM®, utilizzate acqua calda ed eventualmente detergenti neutri (es. sapone o detergenti per superfici), che distribuirete con un panno o una spugna morbida, avendo cura di risciacquare con abbondante acqua ed asciugare con panni morbidi o carta assorbente. Per evitare la formazione di patine opache, si consiglia di non utilizzare prodotti contenenti cere.
Non utilizzate detergenti o spugne abrasive.

TRATTAMENTI SPECIFICI PER I TOP IN LAMINAM®

Per la rimozione di macchie o residui particolarmente resistenti sulla superficie LAMINAM®, si consiglia di procedere con una prima pulizia con acqua calda e detergente neutro. In caso non fosse sufficiente, utilizzate tecniche di pulizia via via più incisive, servendovi di specifici prodotti a seconda dalla macchia da trattare, quali: detergenti non abrasivi a pH neutro, detergenti leggermente abrasivi, detergenti acidi (es. anticalcare) o basici (es. candeggina), detergenti a base solvente (es. acetone). Dopodiché risciacquate con acqua ed asciugate.
Per eliminare eventuali residui di materiali essiccati depositati in superficie come ad esempio gomme da masticare, procedete con l’utilizzo di un raschietto di legno o plastica. Continuate poi l’operazione mediante l’impiego di detergente neutro, tramite spugne morbide o panni.
Nei casi in cui il top venga macchiato con inchiostri e pennarelli, intervenite tempestivamente pulendo l’area con appositi detergenti quali ad esempio: diluente nitro, trielina, acquaragia o altri detergenti a base solvente in commercio. Evitate di spargere l’alone su tutta la superficie. Al termine, risciacquate con acqua ed asciugare.
Eventuali residui ostinati di grafite e eventuali segni lasciati da oggetti metallici, possono essere eliminati tramite contatto diretto con acidi, quale ad esempio anti-calcare o acido muriatico commerciale, per una durata di 10 minuti, dopodiché risciacquate con acqua ed asciugate. Se necessario agite con una spugna leggermente abrasiva verificando prima su una piccola porzione del materiale.

Condividi questa notizia
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Scroll to Top