Copertina Articolo: La Cultura del Materiale

La Cultura del Materiale

Esiste un legame molto sottile fra l’artista e la materia, un’affinità che li lega insieme e parla attraverso le creazioni che ne nascono. È l’estro che prende vita, si sviluppa e si trasforma grazie alle idee, alla tecnologia, alla manualità, al sapere, all’amore per la materia e si svela attraverso opere uniche. Un’architettura, una scultura sono delle cose fantastiche con le quali un architetto, un artista, un designer manifestano loro stessi al mondo.

Come? Attraverso la materia.

L’Architettura è l’arte di progettare, ideare, costruire, attraverso la materia, un qualcosa frutto di un’idea che, intersecata da una tecnica costruttiva, realizza un manufatto di qualsiasi genere, un atto creativo dello spirito, passato per la costruzione, per la pittura, per la scultura, ma fatto di materia.
Ambienti di grande eleganza, opere magnifiche, edifici incredibili sono opere attraverso le quali, la materia parla al mondo della propria arte, della propria unicità.

La materia occupa un ruolo fondamentale nella realizzazione di tutto quello che ci può circondare, ne delinea le forme, modella i volumi, contrasta i colori, compenetra e fa vivere materiali diversi insieme, uniti in un progetto, a formare una grande opera.

La storia dell’arte rappresenta il percorso nei secoli che molteplici materiali hanno fatto, rimanendo i medesimi, ma trasformandosi, a seconda dell’avvento di nuove tecnologie con le quali, sofisticate lavorazioni hanno apportato ricchezza e splendore ad essi, con forme, modi di utilizzo, impensabili negli anni antecedenti.
È per questo che la materia e/o materiali, pur rimanendo lo zoccolo base, sono in continua evoluzione, grazie alle nuove tecnologie e tecniche di lavorazione.

La natura: fonte inesauribile di ispirazione e materiali.


In natura, le opportunità di incontrare materiali secolari sono infinite.
Il legno, le pietre, i marmi, da millenni hanno segnato il tempo, sono presenti in architettura, in scultura e arte. Ma questo non bastava. L’avvento delle tecnologie di estrazione, di raffinazione, ricerche e sperimentazioni hanno portato alla luce ulteriori materiali, sintesi della lavorazione della materia primaria del suolo, pietre, rocce, marmi, sedimenti, materiali ferrosi, ecc.

Il tutto ha generato materiali nobili, che si sono aggiunti ai basici, come il vetro, tutta la classificazione dei metalli, dal ferro, acciaio fino alle leghe più fini, i materiali ceramici, i materiali compositi, ecc.
Si potrebbe scrivere di loro, interpretandoli poeticamente:

LAVORATI CON ESPERIENZA, PLASMATI CON LE TECNOLOGIE, SCOLPITI DALLE IDEE, DONANO VITA A COSE MERAVIGLIOSE.

Per questo, da secoli si sono prestati alla genialità di architetti, artisti, scultori i quali hanno interpretato la storia e le ere dell’umanità.
Pertanto, dobbiamo intendere i materiali come il linguaggio per comunicare il progetto.
Michelangelo, parlando del marmo, un giorno disse: Il Marmo è come l’uomo, prima di intraprendere qualcosa, devi conoscerlo bene e sapere tutto ciò che ha dentro. Penso non ci sia altro da dire dopo questa affermazione, che si riflette e rispecchia in tutti i materiali.

Aa Alessandro Antoniazzi

Condividi questa notizia

Mondo Masutti

Approfondimenti

Rubriche

Scroll to Top