Una giornata… Nel Reparto Produzione.

Copertina Articolo: Una giornata nel reparto produzione.

La forza dell’Armonia di Gruppo.

L’armonia del gruppo e l’arma vincente per una produzione costante continua di quantità ma soprattutto di qualità; un manufatto Top è interessato dalle lavorazioni di più reparti all’interno del ciclo di produzione, quindi tante persone diverse lavorano su uno stesso manufatto, serve assolutamente che ognuno dei reparti gestisca il manufatto con una certa cura e precisione per un risultato finale eccellente.

1° Tappa: Ufficio Tecnico

Il ciclo di produzione non parte nel settore produttivo, ma dal nostro ufficio tecnico capitanato da Francesco, il quale trasforma un ordine in un disegno tecnico di produzione. 
Ne verifica anche la giacenza nel nostro magazzino della materia prima e/o decidendo se per l’esecuzione del manufatto verrà utilizzata una lastra intera oppure delle così dette “Filagne“, quali pezzi di lastra utilizzati in precedenza per l’esecuzione di un prodotto ma dal quale ci sia la possibilità di ricavarne un secondo.

2° Tappa: La Fresatura

Una volta ultimata tale fase, il disegno tecnico viene consegnato all’operatore di fresatura, cioè l’addetto al taglio del manufatto. In questo settore per noi operano Renato e Mauro, i quali una volta studiato il disegno e individuato il materiale in magazzino, prima di prelevare una lastra controllano, ed è il primo controllo di qualità, che la stessa non abbia imperfezioni sia di carattere cromatico che ti carattere strutturale.

3° Tappa: Il reparto Produzione

Una volta certi, e questo avviene al di fuori del capannone di produzione, che il materiale sia idoneo alla formazione del Top, tramite apposito carro ponte e successivo carello porta lastre, si inserisce la lastra all’interno della produzione.

La prima fase consiste nel posizionare la lastra sopra il banco della fresa, e successivamente avviene il secondo controllo qualità, tramite apposito impianto di fotografia, sistema che fotografa la lastra e ne evidenzia eventuali imperfezioni, si accertano definitivamente che il materiale sia idoneo.
La fase di taglio o fresatura del manufatto a tempi di esecuzione diversi, a seconda della tipologia di materiale da tagliare, molto più rapido per i quarzi e le pietre naturali molto lento per ceramiche e Dekton. Si consideri che il range temporale può passare dai 30 minuti fino alle 3 ore, ovvio un ulteriore variante è la dimensione del manufatto da eseguire.

Finito questa prima attività il Top ancora grezzo si sposa in un altro reparto, dando il via alla seconda fase, esattamente nelle postazioni di Luciano, il quale con l’utilizzo delle macchine denominate lucida coste, esegue le finiture dei bordi perimetrali del manufatto.

La terza fase consiste in un ulteriore controllo di qualità, il manufatto arriva alla stazione della Flow, guidata e programmata dal nostro operatore Deives, il quale opera con programmi avanzati di autocad, ed ha il compito di eseguire i fori normalmente del lavello, del piano cottura e/o altri fori previsti sul Top da eseguire (foro rubinetto, foro porta utensili da cucina, foro per raccolta differenziata/umido ecc…). In questa posizione se esistono degli errori dimensionali vengono subito rilevati, in quanto l’inserimento in autocad che poi gestisce la Flow, nel caso le misure fossero sbagliate segnala immediatamente l’errore.

La quarta fase è aleatoria. Esiste un ulteriore stazione di produzione, non obbligatoria però, ci riferiamo all’eventuale utilizzo della contornatrice, gestita dal nostro Guglielmo. In questa stazione il manufatto si ferma e subisce una lavorazione, in caso il manufatto sia costituito da lavelli filo Top o sotto top integrati. Questa macchina sempre a controllo numerico, ha il compito di predisporre delle scanalature/i delle rimozione parziale di materia prima in modo da garantire la complanarità delle superficie dopo aver posato il lavello composto da altro materiale, oppure piano cottura.

Il top va verso la postazione dei banchi di finitura nella quinta fase, terzo controllo qualità, ove Michele, Moreno e Pietro, prima di apprestarsi al controllo dell’accostamento dei pezzi, della tonalità, e successivamente alle finiture che possono essere di incollaggio o di finali piccoli ritocchi eseguiti a mano, controllano la corrispondenza del piano al disegno esecutivo di dettaglio precedentemente predisposto dal nostro ufficio tecnico.
In questa stazione di finitura un top si può fermare qualche minuto solo per controlli, oppure anche giorni in caso di lavelli sotto top, o lavelli ricostruiti integrati. Esistono dei tempi tecnici di maturazione dei collanti utilizzati che successivamente poi vanno anche finiti tramite rasatura a mola o tante volte per raggiungere la perfezione con olio di gomito manuale con abrasivi di varie dimensioni granulometriche.

Siamo all’ultima tappa – la sesta fase – e all’ultimo controllo qualitativo, quella dell’imballo e pulizia del manufatto. Qui opera Marcello da oltre 25 anni, il quale prima fa un controllo generale ulteriore dimensionale (i controlli dimensionali sono molteplici, ma l’errore non può esistere il millimetro fa spesso la differenza tra un buon lavoro ed un eccellente lavoro), poi pulisce il piano completamente per verificare se esistano imperfezioni.
Una volta che è certa la bontà del lavoro eseguito procede all’imballo, che in Masutti è ritenuta cosa importantissima , manufatti Top che vengono consegnati in tutto il mondo se non ben imballati aumentano il rischio di rottura su maldestre movimentazioni.
A questo punto, il top è pronto per il ritiro del nostro cliente (20% dei casi), oppure per essere da noi consegnato (80% del materiale prodotto), Gianni nostro vettore dipendente, con mezzo di proprietà girando in lungo ed in largo il triveneto, consegna puntualmente entro i tempi previsti.

Abbiamo cercato in poche righe si spiegarvi come si produce un Top cucina speriamo tanto di essere stati di aiuto a chi è interessato a questa tipologia di informazione, noi cerchiamo sempre di fare le cose fatte bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top