Dimensioni, spessori e garanzie delle lastre a vena passante

Dimensioni, spessori e garanzie delle lastre a vena passante

Come tutte le lastre, anche quelle caratterizzate da vena passante, siano esse in quarzo o in ceramica, hanno dimensioni diverse a seconda del produttore; le misure più comuni tuttavia sono 3200 x 1600 mm, assolutamente standard dunque.
Diverso invece per quanto riguarda lo spessore. Il materiale con cui è realizzata la lastra fa la differenza.
Se per il quarzo gli spessori proposti sul mercato sono i medesimi sia che la lastra abbia la vena passante o meno, le lastre ceramiche con effetto marmo attualmente in commercio propongono esclusivamente lo spessore 20 mm.
Relativamente alle garanzie del prodotto, nulla differenzia la lastra a vena passante da una prodotta con il medesimo materiale primario ma che ne è priva. I produttori confermano i medesimi termini e condizioni di garanzia, purchè vengano rispettate le linee guida per il corretto uso, pulizia e manutenzione.
Ricordiamo che un piano realizzato in quarzo è resistente alle abrasioni, ai graffi, alle ammaccature, alle macchie causate da vino, succhi di frutta, liquidi, coloranti alimentari, tè e spezie. Tuttavia è caldamente sconsigliato il contatto con detersivi aggressivi a base di cloro o ammoniaca e prodotti anticalcare, poggiare pentole o padelle bollenti sul top, utilizzare coltelli direttamente sulla superficie.
Le superfici ceramiche risultano avere ottime caratteristiche di resistenza al calore, igienicità, resistenza agli agenti atmosferici, alle macchie, ai graffi e con porosità superficiale assente. Tuttavia i produttori consigliano di non utilizzare spugnette abrasive che possono graffiare la superficie e di porre particolare attenzione agli oggetti di origine ceramica utilizzati in cucina poiché potrebbero provocare rigature del piano non eliminabili.

Rispettando queste semplici regole, un top realizzato con lastra a vena passante manterrà intatte le sue caratteristiche estetiche e prestazionali.

Scorri verso l'alto