Copertina Articolo: Fiere di Settore CERSAIE

Fiere di Settore: CERSAIE

Cersaie: 27 Settembre | 01 Ottobre 2021

Il nostro A.D. Diego Pol oggi ci parla di un’altra importantissima fiera di Settore.

Cersaie è l’appuntamento internazionale più importante per chi si occupa di design delle superfici, ceramiche e altri materiali d’arredo e bagno. Lo dimostrano gli oltre 112.000 visitatori, di cui la metà provenienti da tutto il mondo.

Innegabile la bellezza di alcuni nuovi prodotti ceramici, intesi come nuove texture: un Travertino di alta fattura, un Verde Alpi molto aggressivo, entrambi morbidi al tatto e di estrema precisione nella riproduzione grafica, al punto tale da esaltare anche le imperfezioni che i materiali hanno in natura.

Altro aspetto molto significativo, l’esposizione di tantissimo spessore 12 mm, quasi a lanciare un messaggio chiaro e forte circa la tendenza all’utilizzo di questo spessore a scapito del 20 mm.

Da un passato in cui era importante far capire che la ceramica non si rompe, ad oggi, dove c’è l’assoluta volontà di ridurre lo spessore più utilizzato.

Il retroilluminato occupava una buona fetta di esposizione, i costi però sono ancora molto alti, anzi forse altissimi; in tante soluzioni, con l’ausilio delle nuove luci led, si è cercato di ottenere un ottimo risultato a costi molto più contenuti.

Tra le altre ceramiche presentate (particolarità che caratterizzava anche il quarzo presente nei vari padiglioni) la ricerca e riscoperta della graniglia; non sarò stupito se a breve aumenterà la richiesta di questa texture di finitura.

Sono stati riprodotti gli stili delle vecchie marmette e tutto quanto riconducibile al pavimento alla veneziana; particolare attenzione ha ricevuto la grandezza delle scaglie presenti, si è notato un aumento dimensionale dell’inserto all’interno delle lastre. Ricordo che questa tendenza aveva caratterizzato il 2018 ma senza fortuna soprattutto il mondo del quarzo, ora – in quanto utilizzata a Milano in diverse opere di ristrutturazione (firme di architetti di tendenza) – sta suscitando un certo interesse, riprova l’investimento di molte aziende su linee dedicate. Personalmente ritengo che l’utilizzo di tali finiture sarà una situazione momentanea e non di lungo percorso; questa resta una mia interpretazione, ammettendo che nel 2018 la Masutti Marmi in controtendenza aveva cercato di spingere ed investito in modo sostanziale in questo prodotto.

Non nego la mia delusione, invece, relativamente allo spazio che è stato dato da tutte le aziende al GREEN; alcuni tentativi di esaltare sostenibilità di processo o di riciclo nella costruzione dei materiali, ma nessuno si è spinto oltre. Mi sento di dire che il tutto si limita ancora alla dichiarazione delle percentuali di materiale riciclato che viene utilizzato per la costruzione del monolitico lastra.

La cosa invece che mi ha colpito – e colpito molto – è stata la modalità di presentazione dei prodotti.

Ho notato un’assoluta volontà di contestualizzare i prodotti su ambienti veri, vissuti, quotidiani, utilizzando soprattutto video emozionali.

Questa, a mio avviso, una grande novità: proporre un prodotto nuovo attraverso movies nei quali vengono resi noti i principi che hanno ispirato la sua realizzazione e successivamente vederlo riprodotto e utilizzato in contesti reali.

L’ultimo concetto sopra esposto ci deve far riflettere: forse è arrivata l’ora di dotarsi di sistemi audio-video all’avanguardia, in quanto strumenti necessari e importanti per presentare e successivamente vendere un prodotto finito; riflettiamo su questo punto.

Geom. Diego Pol
Amministratore Unico

Condividi questa notizia
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Scroll to Top